Terza mungitura

Tre mungiture, per la salute delle bovine e per i ricavi della stalla

In natura la bovina allatterebbe il vitello anche 8 volte al giorno, la terza mungitura non rappresenta di certo un andar contro natura, semmai ci fossero ancora dubbi in merito, al contrario intercetta l’esigenza fisiologica della vacca nel rilascio del latte, specialmente nella prima fase di lattazione.

Idealmente, con il passaggio alla terza mungitura si riscontrerebbero importanti benefici, incremento di produzione dal 10 al 15% (con un effetto di diluizione dei titoli ormai minimo), un miglior stato di salute della mammella con conseguente diminuzione delle cellule somatiche, una velocità di intervento verso possibili problematiche dell’apparato mammario più tempestiva visto il minor intervallo di tempo tra una mungitura e l’altra, con la possibilità quindi di concentrarsi su interventi più preventivi e meno curativi.

La terza mungitura non è per tutti.

Il passaggio alla terza mungitura rappresenta senza dubbio un’opportunità, prima di sposare questa scelta vanno però fatte alcune considerazioni. Non tutti gli allevamenti infatti sono adatti, hanno le caratteristiche per mungere tre volte le proprie bovine.

Sarà fondamentale valutare le strutture a disposizione, gli spazi, le tecnologie. I tempi di riposo, di socializzazione, di alimentazione vanno rispettati.

Pro Farmer propone, tra i propri servizi, uno “studio di fattibilità” sulla terza mungitura.

Compilando il form sottostante hai la possibilità di provare gratuitamente, e senza alcun impegno il calcolatore di Pro Farmer per la valutazione economica del passaggio alla terza mungitura

Prova il foglio di calcolo

  • Dati aziendali
  • Dati mandria

Compilando il form avrai un’idea di massima delle differenze economiche che, nella tua stalla, potranno verificarsi passando alla terza mungitura.

Per una valutazione completa ed approfondita di questo importante passo clicca sul pulsante di seguito

× Contattaci su whatsapp!